SCUOLA: LE REGOLE PER IL CONCORSO PROF

image_pdfimage_print

scuole(ANSA) – ROMA, 13 GEN – Nessuna preselezione per alcun grado di istruzione in questa tornata concorsuale; 8 quesiti a risposta aperta per la prova scritta (due in lingua straniera, scelta dal candidato); 45 minuti a disposizione per la prova orale che prevede una lezione simulata e “interlocuzioni con il candidato da parte della commissione sui contenuti della lezione e anche ai fini dell’accertamento della conoscenza della lingua straniera”.
Il ministero dell’Istruzione ha consegnato al Consiglio superiore della pubblica istruzione (che ha tempo fino al 28 gennaio per esprimere il parere) il decreto sulle prove di esame e i programmi del concorso a cattedra per reclutare 63.712 docenti. Al Cspi è stato consegnato anche lo schema di decreto per la costituzione di ambiti disciplinari “finalizzati allo snellimento delle procedure concorsuali e di abilitazione all’insegnamento” che recepisce le modifiche alle classi di concorso previste nel regolamento in corso di adozione (dovrebbe arrivare in Cdm a breve).

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

DOMANDE DISOCCUPAZIONE IN CALO

A luglio sono state presentate 208.328 domande di disoccupazione, il 32,4% in meno rispetto alle 307.990 del luglio 2014. Lo rileva l’Inps. Specificamente, sono state presentate 972 domande di indennità

Concorsi pubblici, arriva la proroga di un anno

Un anno in più, ancora tutto il 2017, per assumere vincitori e idonei di concorsi pubblici. A quanto si apprende, infatti, è in arrivo un emendamento del governo alla manovra

Istat: in crescita le imprese italiane all'estero

In aumento la presenza all’estero delle multinazionali italiane; l’Istat ha rilevato 22.388 imprese estere a controllo italiano nel 2014, 384 in più rispetto al 2013. Nel biennio 2015-2016, inoltre, il

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento