POLETTI: DISOCCUPAZIONE ALL’11,3% SEGNALE DI SPERANZA E FIDUCIA PER IL 2016

image_pdfimage_print

Poletti“I dati ufficiali dell’Istat ci dicono che la disoccupazione è all’11,3%, ai minimi da tre anni, con una diminuzione di 479.000 disoccupati in un anno; che gli occupati crescono di 36 mila unità in un mese e di 206 mila in un anno, con un aumento dei dipendenti a tempo indeterminato (+ 141 mila in un anno) e delle donne, mentre si riducono i dipendenti a termine; che la disoccupazione giovanile, ancora molto elevata, scende al 38,1%,con una diminuzione di 1,2 punti percentuali sul mese precedente e di 4,9 punti percentuali rispetto al 43% di un anno fa, mentre gli occupati crescono del 3,3%”. Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, commenta così i dati Istat relativi ad occupati e disoccupati di novembre 2015.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

PROF: PROTESTE CONTRO MOBILITÀ

Continuano le proteste dei prof contro i trasferimenti di sede previsti dal piano di mobilità straordinario. E per ribadirlo stamattina sono scesi in piazza, tra gli altri, docenti di Potenza e

DECONTRIBUZIONE A META’

Mantenere l’esonero contributivo per i nuovi assunti a tempo indeterminato ma dimezzando la soglia annua massima per la decontribuzione da 8.060 a circa 4.000 euro: è una delle ipotesi allo

DETASSARE PRODUTTIVITA’

Va riaperto subito il tavolo di confronto tra sindacati e Confindustria e gli altri datori di lavoro per realizzare il nuovo modello contrattuale. Lo sostiene la segretaria della Cisl, Annamaria

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento