BETTONI (ANMIL): NEL 2015 AUMENTANO MORTI SUL LAVORO

image_pdfimage_print

cantiere“Dai recentissimi dati pubblicati dall’Inail nella sezione statistica ‘Open Data’, relativamente al periodo 1° gennaio-30 novembre 2015, si rileva un calo degli infortuni sul lavoro di circa 24.000 unità (dai 606.500 circa dei primi undici mesi 2014 ai 582.500 dell’analogo periodo 2015), pari a -4,0%: una flessione che, però, risulta sensibilmente inferiore rispetto a quelle degli anni precedenti. I dati relativi al periodo gennaio-novembre 2015 mostrano un aumento di ben il 17,5% delle denunce di infortunio mortale, passate dai 919 casi dei primi undici mesi 2014 a 1.080 nel 2015, con un incremento di ben 161 unità”.Così, in una nota, il presidente dell’Anmil, Franco Bettoni.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ape social: i dati definitivi contano 66 mila domande

L’Istituto di previdenza sociale fa sapere che al 15 Luglio, giorno della scadenza per la richiesta dell’ Ape social e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci, le domande sono

AMBIENTE DI LAVORO

Una scarsa produttività incide sulla capacità di attrarre e trattenere il personale, così come le distrazioni sul posto di lavoro incidono sull’equilibrio vita privata – occupazione. I lavoratori lottano continuamente

PORTO CAGLIARI, PROTESTA LAVORATORI

I lavoratori del porto di Cagliari sono oggi in stato di agitazione, che viene effettuato con un presidio davanti alla sede dell’Autorità Portuale. Chiedono certezza dei livelli occupazionali e introduzione

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento