STEFANO SACCHI NOMINATO COMMISSARIO DELL’ISFOL

image_pdfimage_print

isfolIl ministro del Lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti, ha nominato Stefano Sacchi commissario dell’Isfol. La nomina fa seguito alle dimissioni del presidente dell’Istituto, Pietro Varesi, e di due degli altri quattro componenti il consiglio di amministrazione.
Sacchi avrà il compito di assicurare la gestione dell’Isfol fino al compimento del percorso di rinnovo degli organi, previsto dall’articolo 10 del decreto legislativo 150/2015, che porterà alla riduzione del consiglio di amministrazione dagli attuali cinque a tre membri, di cui due – e tra essi il presidente – designati dal ministero del Lavoro e delle politiche sociali e uno dalla Conferenza dei presidenti delle Regioni, individuato nell’ambito degli assessorati regionali competenti nelle materie oggetto di attività dell’Istituto.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

TURISMO CULTURALE

L’occupazione prima di tutto, ma un lavoro nuovo, non precario, stabile e professionalizzato, che sia il frutto di una nuova stagione di investimenti, materiali e immateriali, sulla cultura e sul

BOCCIA, CRESCERE SIA OSSESSIONE

”L’industria del futuro richiede dimensioni adeguate”. ”Crescere deve diventare la nostra ossessione”. ”Piccolo non è bello in se, ma è solo una fase della vita dell’impresa, si nasce piccoli e

VIGILI DEL FUOCO: CONAPO, IN ARRIVO 593 ASSUNZIONI STRAORDINARIE

“Via libera della quinta commissione bilancio della Camera dei deputati all’assunzione straordinaria di ulteriori 593 vigili del fuoco. Di questi, 193 saranno assunti mediante finanziamento per il 2016 dell’anticipo del

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento