Ho licenziato un lavoratore per giusta causa, devo pagare anche il ticket licenziamento? Qualora la risposta sia positiva, quant’è l’importo da pagare?

Ho licenziato un lavoratore per giusta causa, devo pagare anche il ticket licenziamento? Qualora la risposta sia positiva, quant’è l’importo da pagare?
image_pdfimage_print

Sì, il contributo NASpI (c.d. ticket licenziamento) nasce per il solo fatto che il lavoratore acquisisce il diritto formale all’indennità di disoccupazione. Questo indipendentemente dal fatto che il lavoratore trovi da lavoratore il giorno successivo al licenziamento.

Il contributo, per l’anno 2015, è pari a 490,10 euro (41% di 1.195,37 euro) per ogni anno di lavoro effettuato, fino ad un massimo di 3 anni (l’importo massimo del contributo è pari a 1.470,30 euro per rapporti di lavoro di durata pari o superiore a 36 mesi).

Il contributo deve essere calcolato in proporzione ai mesi di anzianità aziendale e senza operare alcuna distinzione tra tempo pieno e part-time. Infine, vanno calcolati i mesi superiori a 15 giorni: la quota mensile è pari a 40,84 euro/mese (490,10/12).

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 452 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ho un lavoratore a tempo determinato che ha superato i 6 mesi ed ha acquisito il diritto di precedenza. Dovendo fare una nuova assunzione a tempo indeterminato, devo assumere questo lavoratore e non potrò richiedere l’agevolazione Renzi?

Il lavoratore acquisisce il diritto di precedenza esclusivamente alla cessazione di un rapporto di lavoro ordinario a Tempo Determinato e dopo che ha confermato, per iscritto, la volontà di avvalersi

Ho un lavoratore disabile che ha superato il periodo di comporto, posso licenziarlo?

Deve tener necessariamente presente che le assenze per malattia legate alle condizione di disabile del lavoratore non rientrano nel periodo di comporto, mentre se le assenze fanno riferimento ad altre

Quali sono le caratteristiche per considerare lavoratori in trasferta, piuttosto che trasfertisti, i miei dipendenti ed erogare la relativa indennità?

Ai sensi dell’articolo 7-quinquies, della Legge n. 225 del 1° dicembre 2016, per essere considerati trasfertisti, devono essere contestualmente presenti le seguenti condizioni: elemento formale: mancata indicazione nel contratto e/o

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento