JOB ACT E PA

image_pdfimage_print

Le modifiche all’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori non possono riguardare i dipendenti pubblici. Lo ribadisce il ministro della Funzione pubblica, Marianna Madia, secondo la quale il lavoratore pubblico viene pagato con le risorse di tutti, per cui, in caso di licenziamento giudicato ingiusto, sarebbe quindi risarcito con risorse di tutti e sempre con risorse pubbliche ne andrebbe reclutato un altro, creando un danno economico per tutti.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Garante Privacy: no a verifiche indiscriminate di mail e dati di navigazione

“ Verifiche indiscriminate sulla posta elettronica e sulla navigazione web del personale sono in contrasto con il Codice della privacy e con lo Statuto dei lavoratori”: ecco cosa ha stabilito

L’ECONOMIA DEL RICICLO CREA LAVORO

Un’economia circolare in Europa potrebbe creare 3 milioni di nuovi posti di lavoro e ridurre la disoccupazione di 520mila unità entro il 2030. Si tratta di un’alternativa all’economia tradizionale, perchè prevede

NASCE A NAPOLI BANCA DATI DEI COMMERCIALISTI PER GIOVANI

Nasce la prima banca dati dei commercialisti per i giovani. A lanciarla l’Ordine di categoria di Napoli nel corso del forum ‘L’Ordine crea la banca dati lavoro per i giovani’.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento