CONTRATTO PORTUALI

image_pdfimage_print

Rinnovato il contratto dei portuali, per il triennio 2016-2018 , con un aumento medio di 80 euro: lo riferiscono  Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti. Il rinnovo interessa circa 20 mila lavoratori e prevede, da gennaio 2016, che l’importo di 20 euro oggi erogati sotto forma di elemento distinto della retribuzione verranno inglobati nel minimo tabellare. Ci sarà altresì un ulteriore aumento di 21 euro annui destinati al welfare aziendale e finalizzati all’estensione delle prestazioni previste dalla polizza sanitaria integrativa.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ASSOLAVORO, IMPRESE PIÙ ATTRATTIVE CON AGENZIE DEL LAVORO PARTNER

“L’attrattività delle imprese dipende da criteri mutevoli nel tempo e anche sul piano geografico. Da alcune rilevazioni, tuttavia, emerge una costante: le imprese che individuano nelle agenzie per il lavoro

SALARIO MINIMO PER LEGGE

“Il governo punta a una legge sul salario minimo, e non a inserirlo nei contratti collettivi nazionali di lavoro, perché non avrebbe senso, in quanto i minimi contrattuali sono già

INAIL: 21 MLN PER REINSERIMENTO DISABILI LAVORO

L’Inail ha approvato il “Regolamento per il reinserimento e l’integrazione delle persone con disabilità da lavoro”, che prevede interventi e risorse finalizzati a dare sostegno alla continuità lavorativa di infortunati

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento