PIU’ OCCUPATI NELL’UE

image_pdfimage_print

Nel terzo trimestre del 2015 il numero di occupati nell’area euro è aumentato dello 0,3% rispetto ai tre mesi precedenti, e dello 0,4% nell’Unione europea. Su base annua l’incremento è dell’1,1% in entrambe le aree. Fra i Paesi membri l’Italia ha registrato nel trimestre un incremento dell’occupazione dello 0,4% e dello 0,9% su base annua. Fra i maggiori incrementi si segnalano Estonia (+2,1%), Ungheria (+0,8%), Irlanda, Spagna, Lussemburgo e Regno Unito (+0,6%).

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

BONUS SCUOLA: LAVORATORI DISCRIMINATI

Ricorso al Tar da parte dell’Anief contro quella che viene definita una “inspiegabile esclusione degli insegnanti precari e di tutto il personale non docente che lavora nella scuola”. Questi ultimi sono

INPS: BANDO PER FUNZIONARI

Nuove assunzioni in arrivo per l’INPS. Ad annunciarlo è stato il numero uno dell’Istituto nazionale di previdenza sociale Tito Boeri che ha anticipato la creazione di 900 posti da funzionario

Le imprese italiane versano 101 miliardi l’anno al fisco

Le imprese italiane versano ogni anno al fisco circa 101 miliardi di euro: un carico di imposte, tasse, tributi e contributi previdenziali gigantesco e che è fra i più alti

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento