ACCORDO PER NATUZZI

Un bonus di 5 mila euro per i lavoratori Natuzzi che aderiranno alla proposta di ricollocazione presso altre aziende e incentivi fino a 40 mila euro per i lavoratori che acconsentiranno alla mobilità. Questi i punti principali dell’accordo tra i vertici del gruppo Natuzzi ed i sindacati di categoria. Questo lo stato di avanzamento del piano di riorganizzazione aziendale, con particolare riferimento alla gestione del personale in esubero collocato dal 15 ottobre scorso in cassa integrazione straordinaria, a seguito della cessazione di attività dello stabilimento di Ginosa (Taranto).

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

VOUCHER NEOASSUNTI

Il Fondo interprofessionale FonARCom ha lanciato un “voucher neoassunti”, un nuovo strumento di finanziamento destinato alla formazione continua dei nuovi dipendenti assunti nei quattro mesi antecedenti alla richiesta del voucher.

DRAGHI SU OCCUPAZIONE

GLi obiettivi di crescita e occupazione non saranno raggiunti se le imprese non investono in ricerca e sviluppo, nello sfruttamento delle nuove tecnologie, nello sviluppo degli skills, nei segmenti alti

ISTAT: CRESCONO OCCUPATI, AD APRILE

Cresce la partecipazione al mercato del lavoro e aumentano contemporaneamente disoccupati e occupati. Gli inattivi ad aprile – rileva l’Istat – diminuiscono di 113.000 unità rispetto a marzo e di

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento