PASSIONE E SALARIO

image_pdfimage_print

Prima la passione, poi il salario. Sul fronte del lavoro, con il 30%, vince ancora il sogno di poter fare qualcosa legato alla propria professionalità. La retribuzione è importante ma è una priorità solo per l’8% di quanti si apprestano ad entrare nel mondo del lavoro. A cercare una prospettiva di stabilità, invece, il 25%, mentre il 24% chiederebbe un giusto equilibrio tra lavoro e vita privata. A pari merito, con un’occupazione che premi le proprie scelte professionali, anche la richiesta di un posto vicino casa

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CONFSAL SALFI SU RISULTATI FISCO

“I risultati conseguiti, anche quest’anno, ancorché altamente apprezzabili, sono soltanto uno degli ‘indizi sintomatici’ dello stato di salute del sistema agenziale, perché noi lavoratori dell’Agenzia delle Entrate, da sempre, sappiamo

MICHELIN, VIA 756 ADDETTI

Contro la chiusura dello stabilimento di Fossano, in provincia di Cuneo, e i 578 esuberi annunciati dal gruppo Michelin, oggi c’è stata una manifestazione con oltre 3 mila persone. Il

USA +217 MILA OCCUPATI

Il settore privato americano ha creato in novembre 217 mila nuovi posti di lavoro. Il dato è superiore alle attese degli analisti, che scommettevano su 190 mila posti.Ciò spingerà ulteriormente,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento