JOB ACT NEL PUBBLICO

image_pdfimage_print

Sull’estensione del jobs act agli statali “il governo ha poche idee e ben confuse”. Scende in campo il leader della Lega, Matteo Salvini, a parere del quale i dipendenti del settore pubblico dovrebbero essere trattati come quelli del privato: premiati se lavorano bene, licenziati se lavorano male. “Non vedo perché ci dovrebbe essere qualcuno in Italia che, anche se sbaglia, non paga”, conclude Salvini, il quale attacca il governo per aver cancellato gli studi di settore.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento