BES SU LAVORO

image_pdfimage_print

Il mondo del lavoro mostra segnali di ripresa ma rimangono divari di genere e l’esclusione dei giovani. È la fotografia scattata dal rapporto Bes. Nel 2014 emersi i primi segnali nella crescita dell’occupazione. Positiva è anche la soddisfazione per il proprio lavoro e la diminuzione della percezione della paura di perderlo. La qualità del lavoro, peggiorata negli ultimi anni, migliora solo per alcuni aspetti. La permanenza in lavori instabili diminuisce leggermente, quella in occupazioni poco remunerate è, invece, stabile.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Il Made in Italy che vince: in un anno franato l’import grano dal Canada a favore di quello italiano

Nell’ultimo anno il prodotto cerealicolo importato dal Canada ha subito una riduzione del 50%, nel periodo che va dall’agosto 2017 al luglio 2018, il sistema per valorizzare i grani, antichi

IN CALO REDDITI DIPENDENTI

In riduzione gli esborsi per i redditi da lavoro dipendente: -1% l’ultimo trimestre, -0,8% il primo semestre dell’anno in corso. Anche la spesa per interessi passivi sul debito pubblico nel

Legge di bilancio: incentivi occupazione per under 35, assunzione 1500 ricercatori

La Legge di Bilancio è stata approvata dal Consiglio dei ministri nel pomeriggio di oggi. Il primo ministro Paolo Gentiloni è intervenuto dopo il sì alla manovra: “Mesi fa si

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento