SUD, CALO OCCUPATI

image_pdfimage_print

Nel 2014 al Sud è continuata la flessione degli occupati di un ulteriore -0,9%, e c’è stato il calo più marcato del prodotto interno lordo, del -1,1% a fronte di una media nazionale del -0,4%. Del tutto opposta la situazione al Centro Nord, dove gli occupati sono invece aumentati dello 0,4%. Lo sottolinea la periodica rivelazione dell’Istat, che mette in evidenza come anche i consumi si siano ridotti solo al Sud, dello 0,5%, mentre, invece, sono cresciuti dello 0,8% al Centro e al Nord Ovest e dello 0,6% nel Nord Est.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Secondo i dati Ocse i tedeschi lavorano “meno” degli italiani

L’Ocse, organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, ha divulgato i dati di una ricerca sul lavoro, I risultati sono a dir poco sorprendenti e sovvertono luoghi comuni sul

ITALIA RECORD DI INATTIVI

L’Italia è il Paese europeo con il più alto numero di disoccupati passati alla condizione di inattività economica, che misura il tasso di popolazione che non cerca lavoro, tra il

DFS ASSUME

Il Gruppo DFS, che fa parte della holding LVMH, aprirà in autunno e offrirà 500 posti di lavoro in Veneto, la nuova Galleria Commerciale sarà realizzata all’interno del Fontego dei

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento