CI SI AMMALA IL LUNEDI’

image_pdfimage_print

I lavoratori italiani tendono ad ammalarsi più frequentemente dopo il weekend: secondo i dati dell’Inps, sia per i dipendenti del settore privato sia per quelli pubblici, nella maggior parte dei casi il lunedì è il giorno in cui si rileva la frequenza massima di giornate di malattia. Inoltre, i lavoratori con almeno un evento di malattia sono per la maggior parte maschi nel privato e femmine nella Pubblica amministrazione. Quanto alla durata della malattia varia da 2 a 3 giorni.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

UNIONCAMERE, 227MILA POSTI DI LAVORO OFFERTI DALLE IMPRESE TRA GENNAIO E MARZO

Tra gennaio e marzo, le imprese italiane offriranno un lavoro a 227mila persone. Rispetto allo stesso periodo del 2015, i lavoratori che entreranno in azienda saranno l’8,4% in più. Quasi

ISTAT SU INDUSTRIA

A marzo 2016, rispetto al mese precedente, nell’industria si rileva una diminuzione sia per il fatturato (-1,6%), sia per gli ordinativi (-3,3%). Lo rileva l’Istat. La contrazione del fatturato è

Istat: settori che vincono e perdono con Industria 4.0

Secondo i dati Istat sono ancora pochi i settori del manifatturiero che scommettono e investono sul Piano Nazionale Industria 4.0. Anche se ,rispetto al passato, sono comunque in aumento. Il

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento