fbpx

SCIOPERO GIUDICI DI PACE

Da oggi e fino al 30 novembre i giudici di pace sono in sciopero. L’astensione dal lavoro proclamata provocherà lo slittamento di oltre 150 mila processi civile e penali da 6 mesi a un anno e oltre. Numerosi i motivi: il mancato riconoscimento delle tutele previdenziali e assistenziali, del diritto alla salute, del diritto alla pensione. Poi, la  precarietà del rapporto, a tempo determinato e di recente prorogato di 5 mesi. Ancora, il taglio dei compensi. Infine, il mancato riconoscimento di tutte le rivendicazioni nella riforma all’esame del Senato.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

AUMENTANO ADDETTI COOP

I lavoratori delle cooperative, negli anni della crisi, tra il 2008 e il 2013, sono aumentati quasi del 7%, mentre quelli delle imprese private sono calati del 5%. È uno

LABOR: UE CAMBI POLITICA

“La politica comunitaria ha finora troppo spesso premuto sul tasto dell’austerità invece che su quello volto a creare nuove opportunità lavorative all’interno degli Stati membri”, è il commento del sindacato

PREZZI 2015, ACCELERA 'CARRELLO SPESA'

Istat, prezzi in media anno a +0,8% da +0,3% del 2014 (ANSA) – ROMA, 5 GEN – Il cosiddetto ‘carrello della spesa’ nel 2015, in media d’anno, è risultato più

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.