CALO POLITICHE ATTIVE

image_pdfimage_print

I beneficiari delle politiche attive del lavoro nel 2014 sono stati 936.640, con un calo del 5,2% sul 2013 e una diminuzione del 21% sul 2010. Lo rileva l’Inps nell’Osservatorio sulle politiche occupazionali, spiegando che la maggioranza degli interventi riguarda i contratti di apprendistato, di formazione e di inserimento e gli incentivi all’occupazione: assunzioni di disoccupati, persone in mobilità, fasce più svantaggiate, sia per il tempo indeterminato (36,71%) che determinato (6,58%).

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

STAGE NELLE CORPORATION

Per chi voglia fare uno stage anche all’estero, nelle grandi aziende multinazionali, quali Marzotto, Nestlè, Telecom, Unicredit, sono richieste soprattutto la capacità di lavorare in gruppo in contesti multiculturali e

4 MILA IRREGOLARI NEI CAMPI

Sono 4 mila gli irregolari trovati dai Carabinieri Tutela del Lavoro nel corso delle ispezioni effettuate nell’anno in corso a 2.632 aziende agricole, controllando 12.182 addetti. Di questi 4 mila,

UNIMPRESA, NASCE CONSORZIO PER AIUTARE PMI ALL'ESTERO

Sostenere l’internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese italiane, in particolare nei paesi extracomunitari. Aprire strutture stabili all’estero per migliorare la penetrazione commerciale e quindi favorire l’esportazione dei prodotti made

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento