Posso prevedere un periodo di prova anche nel contratto a tempo determinato?

Posso prevedere un periodo di prova anche nel contratto a tempo determinato?

In caso del contratto a tempo determinato il periodo di prova è possibile, ma deve essere congruo alla durata e non coincidente con il termine fissato. Alcuni contratti collettivi prevedono la durata del periodo di prova rivista proprio in caso di contratto a termine.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 496 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

È possibile far utilizzare utensili taglienti ad apprendisti minorenni?

L’allegato 1 alla Legge n. 977/1967 prevede, al punto 37, che sono vietati, da parte di minorenni, i lavori nelle macellerie che comportano l’uso di utensili taglienti, seghe e macchine

Un’azienda, che applica il CCNL Alimentari , può non definire l’orario di un dipendente da assumere part-time?

Di default il part-time deve prevedere la collocazione temporale delle ore che verranno, giornalmente, effettuate dal lavoratore. Vedasi l’articolo 5, comma 2, DLvo 81/2015: “Nel contratto di lavoro a tempo

Il limite massimo di contratti a tempo determinato che posso stipulare è sempre il 20% dei tempi indeterminati presenti in azienda?

Sì, sempreché l’azienda non applichi un contratto collettivo che disciplini il limite massimo dei contratti a termine. In questo caso, si applica detto limite e non quello previsto dalla legge

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento