FONDO GENITORI PRECARI

image_pdfimage_print

Riattivata la Banca dati per l’occupazione dei giovani genitori, il cui sblocco consentirà di erogare subito 8 milioni per stabilizzarne 1.600 attualmente con contratto di lavoro precario. La Banca dati è stata istituita con un accordo fra il dipartimento della Gioventù e l’Inps. Si consentono così nuove iscrizioni a chi possiede i requisiti previsti: giovani genitori di figli minori in cerca di un’occupazione stabile. Con questi fondi si può assegnare un incentivo di 5 mila euro a favore delle imprese private e delle cooperative che assumano a tempo indeterminato gli iscritti nella banca dati.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento