Quando si può parlare di concorrenza durante il rapporto di lavoro?

Si parla di concorrenza durante il rapporto di lavoro quando :
  • il lavoratore svolga un’attività, che sia anche potenzialmente produttiva di danno (Cass., 1° febbraio 2005, n. 1878);
  • si predispongano strumenti concorrenziali, non necessariamente correlati ad un profitto, ma con violazione del patto di fiducia (Cass., 5 aprile 1986, n. 2372);
  • si ponga in essere un’attività preparatoria di una futura impresa, attraverso gli atti iniziali di gestione (Cass., 8 maggio n2006, n. 10450);
  • si svolga, in contemporanea, un’attività anche di natura imprenditoriale con un’azienda concorrente.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 548 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Alessandro M. chiede: leggendo il testo del DL 34/2014 non riusciamo a capire se contratti già in essere a tempo determinato CON CAUSALE possano ora essere disciplinati dal nuovo contratto acausale (8 proroghe e 36 mesi)

R. Camera : ” Le rispondiamo in assenza di indicazioni ministeriali in tal senso: a  nostro avviso, è il caso di cessare il rapporto di lavoro a scadenza e riassumere il

I lavoratori distaccati devono essere iscritti nel LUL dell'azienda che li utilizza?

I lavoratori distaccati devono essere registrati sul Libro Unico del distaccatario (utilizzatore)  all’inizio e alla fine del rapporto di distacco; oppure, in alternativa, in tutti i mesi di durata del

Ho letto su un giornale che per il 2019 mio marito potrà avere 5 giorni di congedo per la nascita di nostra figlia, mi può spiegare?

Il padre lavoratore dipendente, per l’anno 2019, ha diritto a 5 giorni di congedo obbligatorio da fruire entro i 5 mesi dalla nascita del figlio o dall’ingresso in famiglia o

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento