1 MAGGIO COL PAPA

image_pdfimage_print

Festeggiare il primo maggio 2016 a Roma insieme a Papa Francesco. Se ne discute negli ambienti sindacali. Sarebbe così il Giubileo della Misericordia e anche del Lavoro. E spunta una proposta davvero sorprendente: dare una tessera ad honorem al Papa perché si sta occupando di lavoro, di pensionati, di precari e di giovani. Colpisce il fatto che l’idea non sia partita dalla Cisl, confederazione di matrice cattolica, ma dalla laica Uil, a testimonianza della capacità di Francesco di parlare ai cuori e alle menti delle persone, anche se non credenti.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento