ASSUNZIONI DISABILI

image_pdfimage_print

La Cgil critica la norma del Job Act  che “concede carta bianca ai datori di lavoro, permettendogli di scegliere a proprio insindacabile giudizio la persona con disabilità da assumere”. La responsabile politiche disabilità della confederazione sindacale, Daita, protesta contro una norma che permette “la legalizzazione di una specie di caporalato attraverso un meccanismo ingiusto, discriminatorio e poco trasparente, che costringe le persone con disabilità a cercare di ottenere un lavoro come un favore e non come un diritto”.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

GARANZIA GIOVANI: OLTRE 325MILA PROPOSTE

Continua a crescere il numero dei giovani presi in carico e quello dei giovani ai quali è stata offerta un’opportunità concreta tra quelle previste dal programma Garanzia Giovani. Il Report

SEAT RICERCA PERSONALE IN TUTTA ITALIA

Seat Pagine Gialle Italia, la local internet company che offre alle imprese un supporto a 360° per promuovere la propria attività su Internet, attraverso un network di agenzie presenti su

PERITI INDUSTRIALI: STIME LAVORO

Il futuro del lavoro? E’ nelle professioni tecniche: nel prossimo decennio, infatti, ci saranno più di 2 milioni di opportunità occupazionali per profili tecnici di vario tipo, ma la cui

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento