TRASFERIMENTI PER LAVORO

La ricerca di lavoro fa aumentare e modificare gli spostamenti all’interno dell’Italia. Sono un milione 360 mila le persone che si sono trasferite dalle proprie residenze originarie in cerca di occupazione, di cui mezzo milione migrate in un’altra provincia. La novità è che il flusso più significativo non è, come da tradizione, dal Sud, ma tra le province del Centro Nord. Sono i dati contenuti nel Rapporto 2015 sulle migrazioni interne in Italia che si presenta oggi. Sono soprattutto il lavoro agricolo e quello di cura, specie degli anziani, a registrare un tasso di mobilità superiore.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Emanuele Imperiali

A cura di : Emanuele Imperiali

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  | Privacy (+) | Contatti (+)