TRASFERIMENTI PER LAVORO

image_pdfimage_print

La ricerca di lavoro fa aumentare e modificare gli spostamenti all’interno dell’Italia. Sono un milione 360 mila le persone che si sono trasferite dalle proprie residenze originarie in cerca di occupazione, di cui mezzo milione migrate in un’altra provincia. La novità è che il flusso più significativo non è, come da tradizione, dal Sud, ma tra le province del Centro Nord. Sono i dati contenuti nel Rapporto 2015 sulle migrazioni interne in Italia che si presenta oggi. Sono soprattutto il lavoro agricolo e quello di cura, specie degli anziani, a registrare un tasso di mobilità superiore.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

SPOSTAMENTI LAVORATORI

Gli spostamenti effettuati dai lavoratori senza luogo di lavoro fisso o abituale tra il loro domicilio e il primo o l’ultimo cliente della giornata costituiscono orario di lavoro. Ed escludere

MCDONALD’S ASSUME

McDonald’s, celebre catena di fast food statunitense, assume numerosi Operatori della ristorazione veloce da inserire nei locali di diverse regioni. I fast-food sparsi nel mondo sono oltre 25.000. Nei 514

BANCARI PIU’ VECCHI

Il personale bancario, che due anni fa aveva un’età media di 44 anni, oggi ha superato i 45. Lo ha detto il responsabile dell’ufficio relazioni sindacali dell’Abi, Mieli, nel corso

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento