Licenziamento per uso della mail durante l’orario di lavoro [cassazione]

image_pdfimage_print

Con sentenza n. 22353 del 2 novembre 2015, la Cassazione ha affermato che  è illegittimo il licenziamento di un dipendente che ha utilizzato personalmente la casella di posta elettronica ed ha navigato in internet se non ha sottratto una quantità di tempo rilevante alla propria prestazione lavorativa. Afferma la Suprema Corte che in questo caso la mancanza disciplinare esiste ma non è tale da giustificare la risoluzione del rapporto.

Sull' autore

In collaborazione con Miowelfare.it
In collaborazione con Miowelfare.it 40 posts

In collaborazione con http://miowalfare.it La tua porta di accesso all’insieme di prestazioni, servizi e opportunità assicurati e offerti dal sistema italiano di welfare, sia quello di base che quello integrativo: contrattuale, aziendale, individuale.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Min.Lavoro: modifiche al T.U. Immigrazione apportate dalla Legge n. 9 / 2014

Con la circolare congiunta del 17 marzo 2014, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed il Ministero dell’Interno forniscono alcuni chiarimenti in merito alle modifiche apportate dal Decreto Legge

Governo: pubblicato il DPCM per la Detassazione 2014

E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 98 del 29 aprile 2014, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 19 febbraio 2014, con le “Modalità di attuazione delle misure

Inail: : Durc in presenza di certificazione dei crediti, verifica capienza per l’emissione del Durc

Con nota n. 1123 del 13 febbraio 2014, l’Inail comunica che nella Piattaforma per la certificazione dei crediti (“sistema PCC”) gestita dal Ministero dell’economia e delle finanze sono operative le funzionalità

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento