Ho un lavoratore a tempo determinato che ha superato i 6 mesi ed ha acquisito il diritto di precedenza. Dovendo fare una nuova assunzione a tempo indeterminato, devo assumere questo lavoratore e non potrò richiedere l’agevolazione Renzi?

Ho un lavoratore a tempo determinato che ha superato i 6 mesi ed ha acquisito il diritto di precedenza. Dovendo fare una nuova assunzione a tempo indeterminato, devo assumere questo lavoratore e non potrò richiedere l’agevolazione Renzi?
image_pdfimage_print

Il lavoratore acquisisce il diritto di precedenza esclusivamente alla cessazione di un rapporto di lavoro ordinario a Tempo Determinato e dopo che ha confermato, per iscritto, la volontà di avvalersi di questo diritto.
Inoltre, qualora vogliate trasformare il tempo determinato in tempo indeterminato, nessun problema per l’esonero contributivo triennale previsto dalla Legge di Stabilità 2015.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 495 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Buongiorno, la responsabilità solidale del committente sull’appaltatore, così come indicata dall’articolo 29, è prevista solo quando si tratta di appalto effettuato all’interno della ditta del committente?

La problematica relativa alla responsabilità solidale è ascrivibile anche ad un appalto non endo-aziendale. Detta affermazione è avallata: dalla normativa (articolo 29, comma 2, del DLvo 276/2003), laddove non è

Quali sono le situazioni per l'applicazione dei contributi figurativi?

La legge individua le circostanze nelle quali i contributi figurativi possono essere accreditati, d’ufficio o su domanda, senza alcun costo per il lavoratore. Le principali situazioni che si possono verificare

Il datore di lavoro non ha specificato i motivi del licenziamento nella lettera inviata al lavoratore. Quali sono le problematiche che può avere? il giudice può decidere la reintegra?

Per rispondere avrei bisogno di una informazione aggiuntiva: i motivi del licenziamento ci sono o mancano? Se i motivi sostanziali ci sono, ad esempio per chiusura dell’unità produttiva che ha

2 Commenti

  1. geggia
    giugno 07, 19:13 Reply

    Sono stata assunta per una sostituzione maternità, mi occupo di pratiche telematiche. Nel mio contratto é stato specificato il tipo di pratiche che dovevo fare. Dicendomi che potevo fare solo quelle. Adesso mi stanno facendo fare delle altre pratiche che nel mio contratto non sono previste perché hanno bisogno. Posso impugnare in qualche modo il mio contratto? Grazie

    • Roberto
      giugno 10, 08:30 Reply

      Dipende se le ulteriori pratiche riguardano mansioni o livelli superiori rispetto al suo. Ciò in quanto la sua attività lavorativa attiene alle mansioni per le quali è stato assunta e/o alle mansioni riconducibili allo stesso livello di inquadramento delle ultime effettivamente svolte.

Lascia un commento