Ho un lavoratore a tempo determinato che ha superato i 6 mesi ed ha acquisito il diritto di precedenza. Dovendo fare una nuova assunzione a tempo indeterminato, devo assumere questo lavoratore e non potrò richiedere l’agevolazione Renzi?

Ho un lavoratore a tempo determinato che ha superato i 6 mesi ed ha acquisito il diritto di precedenza. Dovendo fare una nuova assunzione a tempo indeterminato, devo assumere questo lavoratore e non potrò richiedere l’agevolazione Renzi?
image_pdfimage_print

Il lavoratore acquisisce il diritto di precedenza esclusivamente alla cessazione di un rapporto di lavoro ordinario a Tempo Determinato e dopo che ha confermato, per iscritto, la volontà di avvalersi di questo diritto.
Inoltre, qualora vogliate trasformare il tempo determinato in tempo indeterminato, nessun problema per l’esonero contributivo triennale previsto dalla Legge di Stabilità 2015.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 452 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Sull’incentivo all’ esodo va pagata la contribuzione agli istituti previdenziali ?

No. Dalla retribuzione imponibile sono escluse le somme corrisposte in occasione della cessazione del rapporto di lavoro, al fine di incentivare l’ esodo dei lavoratori. L’indicazione fornita dal legislatore è

Ho un’azienda con 21 lavoratori a tempo indeterminato. Dopo la legge 78/2014 devo rispettare la c.d. stabilizzazione in caso di assunzione di apprendisti?

Ad oggi la stabilizzazione legale è prevista esclusivamente nelle aziende che hanno almeno 50 dipendenti. E’ possibile che il ccnl di riferimento preveda una stabilizzazione, per l’assunzione di apprendisti, con

Quali sono i Permessi retribuiti previsti dall’art. 4, comma 1, della legge n. 53/2000 di cui il lavoratore può beneficiare?

Il D.M. 21 luglio 2000, n. 278 regolamenta la fruizione del congedo, mentre con risposta ad interpello prot. n. 16754 del 25 novembre 2008, il superiore Ministero ha fornito precise

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento