CHIESA: LAVORO NON C’E’

Speriamo che ci sia un’inversione di tendenza, ma finora alla Chiesa non risultano ricadute positive sulle famiglie, sulla gente giovane o meno giovane che ha perso il posto di lavoro. Lo ha detto il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei. “Prendo atto – ha commentato – di questi dati che vengono diffusi e che indicano una ripresa. Però, le nostre parrocchie dicono che i disoccupati e gli inoccupati sono ancora molti, tropppi”.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

UNIONCAMERE, 227MILA POSTI DI LAVORO OFFERTI DALLE IMPRESE TRA GENNAIO E MARZO

Tra gennaio e marzo, le imprese italiane offriranno un lavoro a 227mila persone. Rispetto allo stesso periodo del 2015, i lavoratori che entreranno in azienda saranno l’8,4% in più. Quasi

L’IMPRESA CREA LAVORO

 “L’Italia deve restare un grande Paese manifatturiero”: parola del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. Secondo l’esponente governativo, bisogna continuare a investire nella manifattura, magari innovandola, ma senza abbandonarla, in quanto

Addio studi di settore: al loro posto Indici di Fedeltà Fiscale

Dopo l’annuncio del ministero dell’Economia e delle Finanze dell’abolizione degli studi di settore è arrivata la conferma ufficiale con la Legge di Bilancio 2017. Lo strumento del Fisco sarà ufficialmente

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento