SCONTRO GOVERNO CGIL

image_pdfimage_print

Governo e Cgil ai ferri corti sul lavoro. La leader sindacale Camusso, accusa: “Si sono spesi circa 6 miliardi per finanziare 40 mila posti di lavoro aggiuntivi, in realtà  si è incentivato tanto turnover che ci sarebbe stato comunque”. “Con questo Governo ci sono 378 mila occupati in più”, replica il ministro del Lavoro Poletti, che aggiunge: “Prima se ne erano persi 200 mila”. Quanto al tipo di occupazione, l’esponente governativo sottolinea che, dopo l’esaurimento degli sgravi, c’è l’orientamento a favorire i contratti fissi.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

GEOLOGI: A NAPOLI PRIMO CONGRESSO NAZIONALE

Dalle bonifiche dei suoli all’energia, dal dissesto idrogeologico al geoturismo, dal rischio terremoti alla risorsa acqua. Da domani fino a sabato 30 aprile, al via a Napoli il primo congresso

Il Fondo monetario internazionale (FMI) rivede al rialzo le stime sul PIL italiano

Previsioni incoraggianti dal Fondo monetario internazionale. Le stime del FMI sulla crescita del nostro Paese risultano migliori di quelle annunciate quest’autunno dalla stessa organizzazione, anche se lascia in eredità al

PENSIONI: PROPOSTE APE

Potranno accedere all’anticipo pensionistico (Ape) quei lavoratori a cui mancano tre anni e sette mesi alla pensione. Il prestito sarà sperimentato per due anni. E’ questa per i sindacati l’ultima

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento