SI ALLO SMART WORKING

image_pdfimage_print

La legge attuativa del Job Act sul lavoro agile è un importante passo avanti, secondo Mariano Corso, responsabile scientifico dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano. Perchè, negli ultimi anni, seppur in presenza di un quadro normativo rigido e disincentivante, si sono moltiplicati i progetti per introdurre maggiore flessibilità nel lavoro in un’ottica di smart working,ripensando l’organizzazione e mettendo in discussione i tradizionali vincoli legati a luogo, orari e strumenti.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CGIL: ITALIA A RISCHIO STAGNAZIONE, SERVE RINNOVO CONTRATTI

Rischio stagnazione per l’Italia. E’ la Cgil, nel secondo numero dell’Almanacco dell’economia, a mettere in guardia da una eventualità “sempre più evidente”. “La ripresa che il governo continua a propagandare

Autoscuole: nuovo accordo per il CCNL

Le organizzazioni di categoria di CGIL, CISL e UIL e l’UNASCA assistita da Confcommercio hanno raggiunto l’accordo per il rinnovo del CCNL applicabile ai dipendenti delle autoscuole. Il contratto, scaduto

RENZI SU RIPRESA

Anche se “questo segno + è ancora timido rispetto a quello che vogliamo” oggi l’Italia “vede tutti i segnali utili a fare il grande salto”. Lo ha detto il premier

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento