MICHELIN, 600 LICENZIAMENTI

image_pdfimage_print

Oggi, con un presidio davati ai cancelli, presente il leader della Fiom Landini, e 4 ore di sciopero, i lavoratori della Michelin protestano, dopo che la multinazionale francese ha annunciato ai sindacati l’intenzione di chiudere entro il 2016 lo stabilimento di Fossano in provincia di Cuneo, dove sono occupati oltre 400 i lavoratori, e la cessazione della linea produttiva di pneumatici ricoperti di Alessandria, che occupa 30 addetti. Il piano strategico della Michelin prevede anche la chiusura di un magazzino a Padova e dello Sma a Torino, coinvolgendo altre 148 persone.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento