IL DIGITALE CREA LAVORO

image_pdfimage_print

Da due anni a questa parte il mondo sta vivendo una nuova rivoluzione digitale, secondo la Bsa, principale organizzazione mondiale nel settore software. Basti pensare che il 90% dei dati digitali è stato prodotto negli ultimi 2 anni. Ciò ha un forte impatto su molti settori, fra cui l’industria manifatturiera, i trasporti, l’energia, l’agricoltura, l’istruzione e la sanità. Negli Stati Uniti, ogni nuova assunzione fatta oggi nel settore dei dati porta con se altri 3 posti di lavoro aggiuntivi.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

BANKITALIA SU CRISI BANCHE

Aumentano ancora le sofferenze delle banche italiane, a un soffio dai 200 miliardi di euro (199.994 milioni) tornando ai massimi da gennaio e contro 198,3 miliardi ad aprile. Il tasso

Istat: continua la crescita delle esportazioni italiane

Continua la crescita delle esportazioni italiane verso i paesi extra europei. Nel settembre 2016 l’Istat rileva un aumento dello 0,5% rispetto al mese precedente e del 2,7% rispetto all’anno precedente.

ISTAT SU MERCATO DEL LAVORO

“Nel mese di luglio la dinamica del mercato del lavoro ha mostrato una battuta d’arresto” testimoniata dal fatto che” gli occupati totali sono diminuiti di circa 63 mila unità (-0,3%)

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento