TERZIARIO, OCCUPAZIONE A RISCHIO

image_pdfimage_print

Pur se migliorano le dinamiche dei pagamenti nel commercio e nel turismo, i fallimenti tornano ad aumentare. Tra luglio, agosto e settembre, ben 530 imprese terziarie hanno portato i libri in tribunale. Confesercenti, per tutelare questi due settori, che garantiscono milioni di posti di lavoro, chiede di inserire nella legge di Stabilità un pacchetto di misure che preveda l’introduzione di cedolare secca e canone concordato anche per le attività turistiche e commerciali, nonché una fiscalità premiale per i negozi che aprono in locali sfitti da almeno tre anni, contribuendo così al recupero delle zone più degradate delle città.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento