UIL: “GOVERNO PEGGIOR DATORE DI LAVORO”

image_pdfimage_print

“Se neanche questa volta rispondono, allora si darà una spallata”: parole ferme quelle del segretario della Uil, Barbagallo, all’indomani dell’annuncio della mobilitazione, indetta dalle federazioni di categoria del pubblico impiego, a sostegno della vertenza per il rinnovo del contratto di lavoro. “Perchè – spiega il sindacalista – se non si siedono per fare un contratto, invece di dare caramelle, avranno le risposte che meritano”. Per Barbagallo, il Governo deve smetterla di essere il peggior datore di lavoro, pur auspicando di non dover fare scioperi perché costano.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

MINISTERO DELL'INTERNO: CONCORSO PER 80 COMMISSARI

Il Ministero dell’Interno ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per il conferimento di 80 posti di commissario del ruolo dei commissari della Polizia di Stato. La domanda

Consumi: +0,7% nel 2017

Nel 2017 il potere d’acquisto delle famiglie si attesterà sullo +0,7%. Di conseguenza il ciclo dei consumi, dopo un biennio a ritmi superiori all’1%, subirà una lieve battuta d’arresto, dovuta

Industria: crescono ordini e fatturato

Segnali postivi per il settore industriale: a novembre 2016, l’Istat ha rilevato un aumento significativo sia del fatturato, che ha segnato un +2,4% rispetto al mese precedente trainato dall’energia, sia

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento