+120 MILA OCCUPATI AL SUD

Inversione di tendenza sul mercato del lavoro, che riguarda anche il Mezzogiorno. Così il Rapporto Svimez che spiega: nel II trimestre del 2015 gli occupati crescono al Sud di 120 mila unità. La ripresa riguarda tutte le regioni, tranne la Calabria, e interessa essenzialmente i settori agricolo e terziario. Il tasso di disoccupazione nel Mezzogiorno resta, però, al 20,2%. Anche le regioni meridionali stanno beneficiando dei primi segnali di ripresa produttiva e delle misure di decontribuzione fiscale sulle nuove assunzioni.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CROCE ROSSA ITALIANA SELEZIONA DIVERSE FIGURE

Nuove opportunità di lavoro nella Croce Rossa Italiana. L’Associazione Italiana della Croce Rossa, infatti, seleziona personale per lavorare nei servizi sanitari e di accoglienza in diverse posizioni, fra le altre

Decreto Dignità: audizione Assolavoro Commissioni congiunte della Camera

In relazione all’avvio dell’esame del c.d. Decreto Dignità in sede referente presso le Commissioni congiunte VI e XI della Camera, questa sera alle 21:30 Assolavoro sarà tra le poche associazioni

CONTRATTI DECENTRATI

Le parti sociali sono a un passaggio decisivo per la revisione del modello contrattuale. “Basta, però, guardare ai soliti modelli oltreconfine -sostiene il giuslavorista Francesco Rotondi – L’Italia si fonda

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento