CAMPANIA, CHANCE PER DOTTORI DI RICERCA

Si è aperto il 19 ottobre 2015 e durerà fino al 30 novembre il bando “PhD ITalents”, rivolto alle imprese, per l’accesso al cofinanziamento destinato all’assunzione di dottori di ricerca nei settori strategici di sviluppo della Campania. Le aziende potranno candidarsi ad ottenere un contributo che copre, per tre anni, il costo di assunzione che è pari all’80% il primo anno, al 60% il secondo e al 50% il terzo. I settori interessati sono l’energia, l’agroalimentare, il patrimonio culturale, la mobilità sostenibile e la salute e scienza della vita. Si tratta di un progetto pilota che intende avvicinare il mondo accademico e il mondo del lavoro, favorendo l’inserimento di dottori di ricerca nelle imprese per lo sviluppo di programmi ad alto impatto innovativo.

 

 

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

UNA HOTELS & RESORTS ASSUME IN TUTTA ITALIA

UNA Hotels & Resorts, catena made in Italy di alberghi 4 stelle nelle più belle località italiane, seleziona Revenue Manager, Sales Manage, Segretario di Ricevimento Turnante e ricerca Tirocinanti Dipartimento

OCCUPATI + 247 MILA

Nel terzo trimestre dell’anno il numero degli occupati aumenta di 247mila unità (+1,1%) rispetto allo stesso periodo del 2014. È quanto emerge dal report Istat. Oltre la metà della crescita

Istat: export agosto +2,6% su mese, +11,4 % su anno

Dati positivi nel mese di agosto sia le importazioni che le esportazioni: su base mensile l’Istat registra infatti un rialzo per entrambi i flussi, più ampio per le importazioni (+4,4%)

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento