CONGEDI PARENTALI, BOOM IN SICILIA

Boom di congedi parentali in Sicilia. Più di tre padri su dieci (34,7%) nell’isola vi hanno fatto ricorso in seguito alla nascita di un figlio, contro una media nazionale del 12%. È uno dei parametri che saranno presi in considerazione da Assiteca, per l’edizione 2015 del premio dedicato al welfare aziendale nelle imprese. L’incidenza sul totale dei congedi parentali da parte dei papà vede, dietro la Sicilia, il Lazio con il 18,4%, seguito da Sardegna (16,7%), Trentino Alto Adige (15%), Liguria (14,8%) e Valle D’Aosta (14,8%). I papà di Veneto (8,1%), Lombardia (8,1%) e Piemonte (8,4%) sono, invece, agli ultimi posti nel nostro Paese nella scelta di accudire i figli nei primi anni di vita.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Assolavoro formazione: al via il brainstorming su alternanza Scuola-Lavoro

Oggi 10 Luglio si è tenuta la prima riunione di Assolavoro Formazione sull’importante tema dell’ alternanza Scuola-Lavoro coordinata da Elios Li Greci, Amministratore Unico di generazione vincente Academy s.r.l. Il

Istat: 1 miliardo per le famiglie da no tax area e 14esima

L’aumento della 14esima e l’incremento delle detrazioni Irpef, la no-tax area, per i pensionati, nel loro insieme, “innalzano di un miliardo di euro il reddito delle famiglie”. A dichiararlo è

Lavoro: +65.989 contratti a tempo indeterminato

Dall’Osservatorio sul precariato dell’Inps arriva la notizia che nei primi 11 mesi del 2016 sono stati stipulati 1.506.413 contratti a tempo indeterminato (comprese le trasformazioni) a fronte di 1.440.424 cessazioni

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento