USA, MENO SUSSIDI DISOCCUPAZIONE

image_pdfimage_print

 Calano le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Usa. Quelle iniziali nella settimana terminata il 10 ottobre sono state 255 mila, in calo di 7 mila rispetto al livello della settimana precedente, comunica il Dipartimento del Lavoro americano. Il dato è migliore delle attese. Le richieste continue, quelle rinnovate dopo i primi sette giorni, nella settimana chiusa il 3 ottobre sono state 2.158 mila, in calo di 50 mila rispetto a sette giorni prima, toccando i minimi dal 4 novembre 2000. E’ una ulteriore dimostrazione della ripresa in atto nell’economia a stelle e strisce.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

TFR: in azienda o fondo pensione, come scegliere

Per tutti i lavoratori la scelta su come e dove destinare il TFR, cioè quel denaro che viene accantonato mensilmente dal datore di lavoro e che gli verrà restituita allo

L’ estate fa bene all’occupazione, 1,3 milioni di posti di lavoro entro agosto

L’ estate nel bel Paese porta posti di lavoro: sono difatti circa 1,3 milioni di rapporti di lavoro che sono previsti dalle imprese tra il mese di giugno e il

SPREAD BTP BUND STABILE A 99 PUNTI

(ANSA) – ROMA, 13 GEN – Avvio di giornata stabile per lo spread tra Btp e Bund che segna 99 punti come ieri sera. Il rendimento del titolo decennale italiano

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento