PA, 20 MILIARDI DI CONSULENZE

In 6 anni di blocco contrattuale nel pubblico impiego, sono stati spesi 20 miliardi per consulenze e incarichi nella Pubblica Amministrazione. Sono dati della Ragioneria dello Stato. È inaccettabile che i lavoratori pubblici siano stati lasciati senza contratto mentre i soldi pubblici sono stati sperperati per pagare prestazioni che spesso gli stessi dipendenti pubblici sono in grado di fare senza costi aggiuntivi, denuncia la Confsal-Unsa. E preannuncia: “Forniremo nei prossimi giorni un elenco dettagliato di questi sprechi”. E chissà, allora, ne vedremo davvero delle belle!

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

DRAGHI SU OCCUPAZIONE

GLi obiettivi di crescita e occupazione non saranno raggiunti se le imprese non investono in ricerca e sviluppo, nello sfruttamento delle nuove tecnologie, nello sviluppo degli skills, nei segmenti alti

LAVORI PER GIUBILEO

Si lavorerà anche di notte per riqualificare la stazione Termini di Roma in vista del Giubileo, che comincia l’8 dicembre. L’intervento riguarderà le tre vie principali di accesso alla stazione.

MASTER PER 30 INGEGNERI

Ferrovie, Università La Sapienza, Bombardier, AnsaldoBreda, Ansaldo STS, Almaviva, Roma Metropolitane e Ferrotramviaria promuovono un percorso di specializzazione nei trasporti per giovani ingegneri con laurea di II livello, in ingegneria

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento