POLO EX MONTEFIBRE, 500 LICENZIATI

image_pdfimage_print

Numerosi lavoratori delle aziende dell’area dell’ex Montefibre di Acerra, nel napoletano, hanno bloccando l’asse mediano e l’ingresso alle autostrade per protestare contro i paventati licenziamenti. I lavoratori, in cassa integrazione da circa 10 anni, chiedono un incontro urgente per discutere le possibilità di rilancio dell’area industriale. “Ci sono stati ingenti investimenti statali – dicono i sindacalisti – Ciò nonostante abbiamo appreso del fallimento delle aziende dove siamo impiegati, che lasceranno senza lavoro circa 500 persone”. E i soldi pubblici che fine hanno fatto?

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento