AMMORTIZZATORI, 24 MILIARDI

image_pdfimage_print

Nel 2014 sono stati spesi quasi 24 miliardi per ammortizzatori sociali, tra cassa integrazione, Aspi, mini Aspi e indennità di disoccupazione, con un saldo negativo, a fronte dei contributi versati, di oltre 14 miliardi e mezzo. Lo si legge nel Rapporto sugli ammortizzatori sociali redatto dalla Uil, secondo il quale nel corso dell’intero anno scorso sono state protette poco meno di quattro milioni di persone, equivalenti a circa un lavoratore dipendente ogni quattro, che diventano uno su tre nel settore privato. E la spesa, dal 2013 al 2014, è aumentata del 3,6%.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ISTAT: DATI DEFLAZIONE

La deflazione rallenta a luglio e i prezzi al consumo calano dello 0,1%. Lo comunica l’Istat confermando le stime preliminari. L’indice nazionale dei prezzi al consumo, al lordo dei tabacchi,

MIUR: SCUOLA TUTTO OK, AL VIA IL 15/9

Il 15 settembre suonerà regolarmente la campanella d’inizio delle scuole. Lo assicura il sottosegretario all’Istruzione, Gabriele Toccafondi, dopo le polemiche sollevate da un’inchiesta secondo la quale, nonostante il cosiddetto ‘concorsone’,

COMUNE DI TARANTO ASSUME

Il Comune di Taranto ha indetto un concorso pubblico, per esami, per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di due Agenti di Polizia Locale, categoria C. Si precisa che il 50% dei posti messi

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento