OLTRE 9 MILIONI DISAGIATI SOCIALI

A giugno 2015 i disoccupati sono stabili rispetto a un anno prima. Crescono, però, di 3 mila unità gli ex occupati e di 6 mila gli ex inattivi. I contratti a termine part time sono 43 mila in più, quelli full time 34 mila. Nel frattempo sono calati  i contratti di collaborazione  di 45 mila unità nonché gli autonomi part time di 35 mila. L’effetto finale, secondo Unimpresa, è che l’area del disagio sociale oggi tocca 9 milioni e 240 mila persone, in aumento di 30mila unità in confronto a dodici mesi prima.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

PARTE COOP4JOB

Si chiama Coop4job l’ultima iniziativa di Confcooperative contro la disoccupazione giovanile. Il portale del matching tra domanda e offerta di lavoro è stato presentato al ministro Poletti. Coop4Job è il

DFS ASSUME

Il Gruppo DFS, che fa parte della holding LVMH, aprirà in autunno e offrirà 500 posti di lavoro in Veneto, la nuova Galleria Commerciale sarà realizzata all’interno del Fontego dei

PADOAN SU OCCUPAZIONE

Il governo ha messo in campo per il mondo del lavoro azioni strutturali con il Jobs Act e fiscali con le detrazioni, e queste, assieme a una ripresa che sta

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento