CONSUMATORI: SERVE PIANO DEL LAVORO

Per far ripartire stabilmente la domanda interna, la produzione e l’occupazione è indispensabile agire sul versante del mercato del lavoro, impostando un vero e proprio piano straordinario. Le associazioni dei consumatori insistono molto su questo tasto, alla luce della forte caduta della produzione industriale del 18,2%, “L’aspetto più preoccupante è il dimezzamento della produzione di beni di consumo durevoli di circa il 50%.”, sostengono all’unisono i presidenti di Federconsumatori e Adusbef, Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

USA, CRESCE OCCUPAZIONE

Il mercato del lavoro Usa a novembre crea più posti di lavoro del previsto, andando a rafforzare l’ipotesi di un aumento dei tassi da parte della Fed. E le revisioni

Lavoro 4.0: prospettive e scenari

Reti iperconnesse, mondo dei social media, mobilità accelerata e cybersecurity, questo è il futuro del Lavoro 4.0. Una vera e propria rivoluzione tecnologica che ha sconvolto il mondo del lavoro

STUDI PROFESSIONALI, OCCUPAZIONE SU

Decisa ripresa dell’occupazione negli studi professionali in Lombardia. Nel primo semestre 2015 sono stati assunti 9.833 lavoratori, di cui 1.309 apprendisti, in crescita del 12% rispetto al primo semestre 2014.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento