ECOBONUS, 425 MILA POSTI

image_pdfimage_print

Nel 2014 il credito di imposta per ristrutturazioni e risparmio energetico ha prodotto 28 miliardi e mezzo di investimenti e 425 mila posti di lavoro fra diretti e indotto. I dati sugli effetti dell’ecobonus sono rilevanti, soprattutto per l’edilizia, che dall’inizio della crisi ha perso migliaia di imprese e oltre 500 mila addetti. Ecco perché il credito di imposta per ristrutturazioni e risparmio energetico ha rappresentato una straordinaria misura anti ciclica e la legge di Stabilità per il 2016 potrebbe confermarlo.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

SACCONI SU FESTIVAL DEL LAVORO

“Il Festival del lavoro si è ormai consolidato come un appuntamento indispensabile per quella periodica riflessione sul lavoro che cambia che è imposta dalla quarta rivoluzione industriale”. Così il presidente

ISTAT: DATI RETRIBUZIONI

Alla fine di maggio 2016 i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore per la parte economica riguardano il 36,0% degli occupati dipendenti e corrispondono al 34,8% del monte retributivo

Speranza di vita più alta, pensione a 67 anni dal 2019 ma i sindacati dicono no

L’Istat ha fornito i dati relativi all’indicatore di mortalità della popolazione residente nel 2016, secondo i quali la speranza di vita si è rimessa al passo rispetto ai livelli del

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento