LAVORO E SEMPLIFICAZIONI

image_pdfimage_print

Il decreto semplificazioni interviene su numerosi ambiti relativi alla gestione del rapporto di lavoro subordinato, secondo la Fondazione Studi dei consulenti del lavoro: le modifiche relative alla convalida delle dimissioni, al collocamento dei disabili e agli interventi in materia di sicurezza. Per le prime, la nuova modalità, esclusivamente telematica, per rassegnare le dimissioni sarà efficace solo dopo l’emanazione di un decreto attuativo. Per i disabili, i datori di lavoro potranno assumere lavoratori con disabilità attraverso chiamata nominativa. Per quel che attiene alla sicurezza, “va rilevata l’inclusione dei lavoratori accessori, con committenti professionisti o imprenditori, tra i soggetti destinatari delle disposizioni in materia di tutela”.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

FILIERA DELL'EDILIZIA: PARTE TAVOLO UNITARIO

Il sistema delle costruzioni unito per offrire risposte serie e concrete ai tanti problemi che affiggono il settore e che impediscono al principale motore economico del mercato interno del nostro

10 STAGISTI, LA META’ ASSUNTI

Al termine di 10 stage retribuiti presso le aziende aderenti all’associazione Ciclo, Motociclo e Accessori, banditi nell’ambito del progetto “Eicma per i Giovani”, cinque partecipanti sono stati assunti a tempo

SALE A 23.000 EURO SOGLIA ISEE 'BORSE'

Le soglie Isee e Ispe per l’accesso alle borse di studio “sono state rivisitate nel decreto firmato ieri sera”: le nuove soglie sono rispettivamente “23.000 euro e 50.000 euro, c’è

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento