PIU’ PROFESSIONISTI AL SUD

image_pdfimage_print

I professionisti diminuiscono al Nord e aumentano al Sud. Il divario emerge da un’analisi dell’associazione nazionale consulenti tributari, effettuata sui dati del ministero delle Finanze. “Le statistiche si riferiscono -fa notare l’Ancot- ai professionisti che hanno presentato la dichiarazione dei redditi nel 2014”. Il saldo positivo riguarda il numero dei professionisti contribuenti della Sardegna 55, della Basilicata 77, della Calabria 222, dell’Abruzzo 278, della Sicilia 616, della Campania 659 e della Puglia 901. Flessione, invece, in tutto il Nord, con in testa la Lombardia.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento