WELFARE FAMIGLIE, SERVONO ADDETTI

image_pdfimage_print

Oltre 350 profili welfare familiare sono ricercati in tutta Italia; le aree prevalenti sono Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Umbria e Toscana. In particolare, sono richiesti assistenti agli anziani e alla famiglia, operatori per persone non autosufficienti e per soggetti con difficoltà, colf e accompagnatori. Nel corso dell’ultimo anno c’è stata un’impennata di richieste, pari al 58% . Ciò testimonia la difficoltà dei servizi socio sanitari pubblici, quali rsa e assistenza domiciliare, ad evadere l’enorme richiesta di aiuto dalle famiglie.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Offerta di lavoro – Modena | Sviluppatori Software / Hardware Embedded

Software Sviluppatore Software Embedded Sede di lavoro: Zona Modena Per importante azienda cliente ricerchiamo uno sviluppatore Software embedded. Il ruolo prevede la progettazione software dei sistemi di misura del gas in

65 MILA LAVORATORI FITTIZI NEI CAMPI

In agricoltura, per ogni lavoratore regolare, se ne generano tra 6 e 7 fittizi, che acquisiscono il diritto a percepire illegalmente le indennità di disoccupazione pagate dall’Inps. Nel 2014, dai controlli effettuati,

Lavoro giovani: norme anti-licenziamento e perdita degli sgravi per chi licenzia

Nei nuovi incentivi allo studio del Governo il pericolo in agguato è quello dell’effetto turnover. Da Palazzo Chigi trapela il timore che con l’arrivo dei nuovi sgravi contributivi per chi

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento