LAVORO, AGLI ULTIMI POSTI NEL MONDO

image_pdfimage_print

Il mercato del lavoro italiano è ultimo per efficienza in Europa e 126° su 140 nel mondo. In termini di efficienza si colloca dopo Marocco, El Salvador e Capo Verde e a un livello leggermente superiore a quelli di Turchia, Uruguay e Bolivia. Lo rivela un’elaborazione del Centro Studi ImpresaLavoro, sulla base dei dati contenuti nel The Global Competitiveness Report. Solo grazie alla riforma del Job Act, l’efficienza del mercato del lavoro è migliorata di dieci posizioni in un anno, in quanto prima era addirittura 136°.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Decreto Dignità: Confindustria critica il testo “Si creano effetti peggiori delle previsioni”

Per Confindustria le conseguenze del provvedimento dell’esecutivo, l’ormai già famigerato Decreto Dignità, sono fonte di grande preoccupazione. L’apprensione per gli esiti della misura appare chiaro nelle parole del direttore generale

Abi: tassi di interesse prestiti ai minimi storici

Scendono ai minimi storici i tassi di interesse applicati sui prestiti a dicembre. Secondo il rapporto mensile Abi (Associazione Bancaria Italiana), il tasso medio sul totale dei prestiti è sceso

CGIL-CISL-UIL SU DL ENTI LOCALI

Il superamento di vincoli sulle spese del personale e sul settore scolastico-educativo, una conquista frutto di anni di mobilitazione, insieme ad alcuni aspetti critici che riguardano le province e le

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento