USA, 142 MILA OCCUPATI IN PIU’

image_pdfimage_print

L’economia americana ha creato in settembre 142 mila posti di lavoro. Il tasso di disoccupazione resta al 5,1%. Il settore privato ne ha creati 118 mila, quello pubblico 24 mila. Il dipartimento del Lavoro ha rivisto al ribasso anche i dati relativi ai mesi di luglio e agosto. Vuol dire che il mercato del lavoro Usa ha rallentato la ripresa durante l’estate: la crescita di occupazione è stata in media di 167 mila posti durante gli ultimi tre mesi. Lo scorso anno era stata pari a 260 mila.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ORLANDI: "AL VIA DA OGGI FATTURAZIONE ELETTRONICA TRA PRIVATI"

“Oggi sul nostro sito parte la fatturazione elettronica tra privati. Questo comporterà necessariamente un diverso approccio con il fisco. E’ un programma messo sul sito senza costi né per le

EUROPA META DI CHI CERCA OCCUPAZIONE

Per fare carriera,  la quasi totalità  dei cervelli in fuga punta su Eurolandia, volendo fare fortuna in una delle grandi metropoli del Vecchio Continente. In base a un’indagine della Hays

CONFSAL SALFI SU CONTRATTO PA

“Il contratto non dovrà e non dovrebbe essere una sciagurata occasione per ‘deridere’ i lavoratori, bensì un’occasione di ‘crescita unitaria’”. Ad affermarlo Sebastiano Callipo, segretario generale del Confsal Salfi, sindacato

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento