COOP, SI A STAFFETTA GENERAZIONALE

image_pdfimage_print

Un patto a tre tra impresa, lavoratore e Stato, per favorire una staffetta intergenerazionale, riduzione del carico fiscale su imprese e lavoro, un Piano per il Sud che rilanci le aree più arretrate. Queste le proposte che l’Alleanza delle Cooperative ha presentato al governo. Il piano punta a sostenere l’occupazione giovanile favorendo la staffetta: per ogni prepensionamento, un giovane al lavoro. Si tratta ora di capire se il premier Renzi sia d’accordo su questo strumento per creare occupazione o se il costo sia eccessivo per i conti pubblici.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

REGIONE CAMPANIA: GARANZIA OVER, FIRMATO IL DECRETO

Firmato il decreto che avvia il reinserimento occupazionale di coloro che sono stati destinatari di ammortizzatori in deroga per gli anni 2012, 2013 e 2014, attualmente disoccupati e privi di

BOOM INTERINALI

Ormai, dopo il varo del Job Act, sono soprattutto le assunzioni stabili, in aumento del 43,9% su base annua, a prevalere, secondo l’osservatorio Excelsior. A trainare sono in particolare quelle

TAGLI NELLE BANCHE

L’ondata di tagli nelle grandi banche iniziata nel 2007 non accenna ad allentarsi. Le big europee e americano hanno già tagliato 100 mila posti di lavoro nel 2015. E altri

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento