LAVORO, DATI UNIFICATI

image_pdfimage_print

L’Istat ha avviato una riflessione congiunta con il ministero del Lavoro, l’Inps e l’Inail per avviare finalmente nel nostro Paese un sistema unificato di informazioni sul mercato del lavoro. Lo anticipa il presidente dell’Istat, Giorgio Alleva, ribadendo che ci si propone di progettare congiuntamente il sistema informativo statistico del lavoro. E’ da tempo che in Italia si sente la necessità di creare un flusso omogeneo di dati, onde evitare ciò che accade oggi, che cioè i numeri sull’andamento di occupati e disoccupati divergano a seconda di chi pubblica le statistiche.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ISTAT STIMA PIL 2016

Nel 2016 il Prodotto Interno Lordo salirà dell’1,1% in termini reali. Lo rileva l’Istat nel rapporto sulle prospettive per l’economia italiana nel 2016 precisando che la domanda interna al netto

BANDO PHD ITALENTS: VIA ALLE CANDIDATURE

Sono disponibili 730 posti di lavoro grazie al bando PhD ITalents. L’iniziativa conta un finanziamento totale di 16.236.000 euro, di cui 11 milioni stanziati dal Miur attraverso il Fondo Integrativo

FOGGIA: ACCORDO ANTI-CAPORALATO

Sottoscritto, presso la Prefettura di Foggia, un accordo per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro nel settore agricolo e prevenire così forme illegali di intermediazione di manodopera come

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento