SU OCCUPAZIONE IN USA

L’economia americana è cresciuta nel secondo trimestre 2015 alla velocità maggiore dalla metà del 2014, spinta dalla forte domanda interna. Il Pil americano crescerà del 2,5% nel 2015 e nel 2016, e del 2,3% nel 2017. Lo afferma Fitch, sottolineando che la ripresa del mercato del lavoro continua, con la disoccupazione in calo del 5,1%. Non a caso la Federal Reserve entro fine anno aumenterà il costo del danaro, oggi in Usa praticamente pari a zero.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CONFARTIGIANATO FORMAZIONE MIGRANTI

“E’ difficile ipotizzare una ricollocazione degli immigrati nel settore artigianale del mercato del lavoro italiano, meglio pensare a un progetto formativo nella loro terra”. Parola del presidente di Confartigianato, Giorgio

INTEGRATIVO IKEA

Il risultato del referendum dei lavoratori di Ikea, che ha visto il 73% dei votanti dire sì all’accordo, porta alla sottoscrizione con il sindacato di un nuovo contratto integrativo aziendale

Uil: Cig giù nei primi 7 mesi -41,8%

I dati sulla cassa integrazione che coprono il periodo gennaio-luglio 2017 sono molto positivi. Si registra un forte decremento delle ore autorizzate (-41,8%) che contrassegna tutte e tre le gestioni

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento