LAVORATORI NEL CDA DI POSTE

image_pdfimage_print

La Cisl chiede la partecipazione dei lavoratori alla governance delle Poste attraverso l’azionariato collettivo. Nei prossimi giorni, infatti, il Tesoro collocherà il 40% del capitale dell’azienda sul mercato azionario “Sarebbe un’opportunità per rendere più moderne e forti le relazioni industriali nel nostro Paese”, commenta il segretario della confederazione sindacale, Annamaria Furlan. L’idea di applicare finalmente l’articolo 46 della Costituzione, non solo per responsabilizzare il lavoratore, ma anche per concorrere a una democratizzazione della finanza italiana, nacque molti anni fa ma finora è sempre rimasta nel limbo delle intenzioni.

Sull' autore

Emanuele Imperiali
Emanuele Imperiali 717 posts

Giornalista professionista, ha lavorato all’Ansa, Paese Sera e al Mattino, attualmente è editorialista economico del Corriere del Mezzogiorno. Laureato in Giurisprudenza, si è sempre occupato di economia meridionale, con specifica attenzione ai temi del lavoro. Docente alla Scuola di Giornalismo della Rai di Perugia, ha lavorato, dall'agosto 2006 all'agosto 2007, come esperto per il Mezzogiorno nel governo Prodi. Ha scritto il libro “L’Impresa Giovane” sui casi più significativi di autoimprenditorialità e di autoimpiego nel Sud.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento